Austellung in Switzerland

Title of the Exhibition: Mensch, Natur und Objekt

Last June (from 07 June to 26 July 2019) I exhibited some of my paintings in a collective, together with two other authors: a figurative landscape artist and a ceramic artist.
It was my first experience in Switzerland and it was an honor for me to be able to invite friends and acquaintances to view my works.

The public response was unanimous. Many appreciated my painting and my style, recognizing a quality that I am proudly pleased with: crypticity.
Characteristic of my works, in fact, is that of not exhausting the meaning in appearance alone.
I mean that, although my paintings are of a figurative kind, they are also allegorical, that is, they hide the true meaning at first glance, which is reached only by stopping to ponder the meaning of the title in relation to the painting.
The title is often the clue that reveals the hidden meaning, disguised by bright colors and captivating shapes of the subjects themselves.

Lo scorso giugno (dal 07 giugno al 26 luglio 2019) ho esposto alcuni miei dipinti in una collettiva, insieme ad altri due autori: un artista figurativo paesaggista e un artista della ceramica.
È stata la mia prima esperienza in Svizzera ed è stato un onore per me poter invitare amici e conoscenti a visionare le mie opere.

Il riscontro di pubblico è stato unanime. In molti hanno apprezzato la mia pittura e il mio stile, riconoscendomi una qualità di cui orgogliosamente mi compiaccio: la cripticità.
Caratteristica dei miei lavori, infatti, è quella di non esaurire il significato nella sola apparenza.
Intendo dire che, pur essendo i miei dipinti di genere figurativo, sono anche allegorici, ovvero nascondono al primo sguardo il vero significato al quale si perviene solo fermandosi a riflettere sul significato del titolo in relazione al dipinto.
Il titolo è spesso l’indizio che svela il significato recondito, coperto da colori sgargianti e dalle forme accattivanti dei soggetti del dipinto.

L’esposizione era dislocata su due piani della galleria.
Nella sala al piano terra erano esposti i seguenti dipinti:

How deep is the rabbit hole? / Quanto è profonda la tana del coniglio?
It’s always teatime / È sempre l’ora del tè
Hands – Mediation between Heaven and Hell / Mani – Mediazione tra Cielo e Terra
Escape III – Dreaming of another world / Escape III – Sognando un altro mondo
Escape II – In or out of the tunnel? / Escape II – Dentro o fuori dal tunnel?
Escape I – Bolgia
The peacock / Il pavone
What is Freedom, what is war? / Cos’è la libertà, cos’è la guerra?
Tibetan in nuptial attire / Tibetana in abito nunziale
Aubergines / Melanzane
Queens of Earth / Regine di Terra
Ménage à trois – Love, Life, Time / Ménage à trois – Amore, Vita, Tempo
Allegory of Intellectual perversion / Allegoria della perversione intellettuale
Between Hell and Heaven / Tra Infero e Paradiso
The dream / Il sogno
Private tears / Lacrime private
Dressage
Procession /Processione
In chains / In catene
Sea crossing / Traversata
Death of the son / Morte del figlio
Self portrait / Autoritratto

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s