Ecce Sgarbi

Ecce Sgarbi – olio su tela 50 x 40 cm

Ecce Sgarbi vuole essere un elogio al critico e storico dell’arte Vittorio Sgarbi e alla sua passione per l’arte.


Nell’aprile dell’anno scorso (2021) fu ritrovato ad un’asta a Madrid l’ “Ecce Homo” (vedi immagine in basso), poi attribuito a Michelangelo Merisi – detto il Caravaggio, dove stava per essere venduto come Incoronazione di spine di José de Ribera, presso la casa d’aste Ansorena, per soli 1500 euro.

Ecce Homo, Caravaggio, 1631

In seguito, qualche mese dopo, Sgarbi pubblicò il suo libro Ecce Caravaggio nel quale parlava appunto del ritrovamento e di tutta la letteratura riguardante il tracciamento dell’opera dall’Italia alla Spagna e alle recensioni delle opere dell’autore lombardo.



Il libro è edito da La nave di Teseo Editore- Milano, anno 2021 di cui gelosamente custodisco una copia con dedica (vedi immagine in basso) ottenuta quando, a Novembre 2021, la mia opera è stata esposta ad una collettiva presso Palazzo Maffei Marescotti e alla quale Sgarbi ha presenziato.

La dedica con seconda di copertina di Ecce Caravaggio
Dedica che recita testualmente “Ad Anna che vede bene: “ecce Homo” V.Sgarbi

Locandina della mostra a Palazzo Maffei Marescotti – Roma
Attestato di merito ricevuto in quella occasione

Qui sotto trovate un reportage fotografico della mostra e di un filmato in cui Vittorio Sgarbi apprezza il mio dipinto a lui dedicato.

Sgarbi che ammira il mio dipinto